Facendo seguito al protocollo sottoscritto con Ats Brescia lo scorso 7 marzo con il quale si è concordato di “costituire una specifica Cabina di Regia funzionale a rispondere, con una programmazione periodica degli incontri, alla necessità di relazioni sindacali stabili e continuative nel tempo che garantiscano il confronto tra le parti sul processo di riordino del Servizio Sanitario Regionale” il 13 maggio si è tenuto il primo incontro tra le Organizzazioni Sindacali Cgil-Cisl-Uil (congiuntamente alle rispettive categorie dei pensionati Spi-Cgil Fnp-Cisl Uilp-Uil, e dei lavoratori pubblici Fp-Cgil Cisl-Fp Fpl-Uil) e la Direzione dell’ATS di Brescia.

Nel corso dell’incontro sono stati affrontati i primi dei temi proposti all’ordine del giorno da parte del sindacato:
1. le liste di attesa per accedere alle RSA;
2. le problematiche relative alle dimissioni dei pazienti ospedalieri dopo la fase acuta di malattia;
3. la gestione delle cronicità.

 

Nel merito dei temi affrontati, per quanto riguarda il primo punto, liste di attesa per accedere alle Rsa, è stata illustrata la situazione complessiva delle 86 Rsa nel territorio dell’ATS Brescia e dopo il confronto ed anche a seguito delle osservazioni e proposte del Sindacato, l’ATS si è impegnata a:
• effettuare approfondimenti sui criteri di gestione della lista unica di attesa delle Rsa di Brescia città, prima di estendere il modello a tutto il territorio provinciale;
• uniformare la modulistica a livello di ATS, almeno sotto il profilo sanitario, per la valutazione dell’ingresso nelle Rsa;
• individuare forme di orientamento e aiuto alle famiglie con strumenti quali ad esempio un numero verde, mail dedicata e sito interattivo.

Sul secondo punto, gestione post acuti e degenze di transizione, dopo le informazioni relative ai posti letto disponibili, si è preso atto che – ad oggi – Brescia ha una offerta sensibilmente inferiore alla media regionale e, pertanto, è necessario ottimizzare i posti letto disponibili per le degenze di transizione (ex subacuti), così come incrementare i posti letto per i post acuti.

Inoltre, per quanto concerne la gestione delle cronicità, preso atto della situazione allo stato attuale, l’ATS si è riservata uno specifico approfondimento con i Gestori oggi in campo.

Infine, nel programmare il prossimo incontro della Cabina di Regia, ci si è assunti l’impegno di verificare la delicata questione relativa alle liste di attesa per le varie prestazioni medico-specialistiche.

Riteniamo che le modalità individuate attraverso l’accordo dello scorso marzo e l’incontro del 13 maggio possano davvero consentirci un confronto e un monitoraggio puntuale di problematiche delicate che coinvolgono l’insieme della cittadinanza e, quindi, va valorizzato l’impegno e le disponibilità fin qui riscontrate.

A completamento del quadro d’insieme sui temi che riguardano la Sanità e l’ambito Socio Sanitario, le Organizzazioni Sindacali hanno anche avanzato una richiesta di incontro alle tre ASST che vi sono nel territorio della ATS di Brescia. 

Cgil – Cisl – Uil

Fp-Cgil – Cisl-Fp – Fpl-Uil

Spi-Cgil – Fnp-Cisl – Uilp-Uil

Brescia

Comments

comments