(red.) Nelle ore intorno a giovedì 16 maggio la questura e il comando provinciale della Guardia di Finanza di Bergamo hanno messo a segno un’operazione antidroga portando all’arresto di due uomini, di cui uno residente nel bresciano, per traffico di sostanze stupefacenti. In tutto, circa 40 chili di cocaina che sono stati scoperti all’interno di un’auto e nell’abitazione di uno dei fermati e che alla vendita avrebbero fatto loro guadagnare fino a 2,5 milioni di euro. Entrambi gli arrestati sono tra l’altro pregiudicati per diversi reati commessi in passato.

Tutto era partito da un parcheggio pubblico a Calcio, nella provincia orobica, dove la Squadra Mobile con il Nucleo di Polizia Economico e Finanziaria si erano appostati notando uno scambio tra due uomini di 62 e 37 anni originari della Calabria. Nel veicolo fermato, in un doppiofondo che si azionava in un certo modo, c’erano otto panetti di cocaina per un totale di dieci chili.

Il resto è stato trovato in una casa di Urago d’Oglio, nel bresciano, dove c’erano altri 25 panetti e in tutto 29 chili di polvere bianca nascosti in un mobile. Ma anche 34.500 euro in contanti ritenuti provento dell’attività di spaccio, un bilancino di precisione e una macchina per confezionare la droga.

Comments

comments