(red.) Nelle ore precedenti a martedì 18 giugno un italiano di 53 anni è finito in carcere dopo aver tentato di violentare una bambina di 10 anni a Brescia. E così ieri pomeriggio è scattato l’arresto da parte della Squadra mobile che si è mossa su disposizione della procura bresciana. I fatti risalgono allo scorso aprile quando la bambina sarebbe stata seguita dall’uomo mentre entrava in un condominio. Nell’androne del palazzo l’uomo avrebbe costretto la ragazzina a vederlo mentre si masturbava e poi le avrebbe proposto di andare in un posto nascosto. Ma la vittima è riuscita a fuggire verso il proprio appartamento.

Qui aveva poi raccontato a uno dei genitori cosa le era successo e subito erano state attivate le forze dell’ordine che avevano aperto un’inchiesta. Tra l’altro l’uomo aveva precedenti per tentata violenza sessuale pluriaggravata. A portare il 53enne agli arresti sono state anche le immagini riprese dalle telecamere esterne e interne del palazzo e tra le quali gli operatori hanno riconosciuto l’uomo. Era finito in carcere e poi liberato all’inizio del 2018 dopo aver scontato un certo periodo per episodi simili commessi nel 2011 2013. E ora, su disposizione del giudice delle indagini preliminari, è tornato dietro le sbarre.

Comments

comments