(red.) Nella notte tra sabato 15 e domenica 16 giugno gli agenti della Polizia Stradale, come di consueto, sono stati impegnati in vari posti di blocco per contrastare le stragi del sabato sera ed evitare che gli automobilisti si mettessero al volante sotto l’effetto di alcol o sostanze stupefacenti. E nei loro controlli, a Desenzano del Garda, si sono imbattuti in un conducente che aveva entrambi nel sangue. E non è tutto, perché guidava nonostante nel 2006 gli fosse stata revocata la patente. L’uomo, un 40enne residente a Bassano del Grappa, è stato pizzicato sabato notte e subito sottoposto ai controlli di rito.

Aveva un tasso alcolemico di circa tre volte oltre il limite consentito e anche il test della droga ha dato esito positivo. Quella sera il 40enne era con altri amici del Veneto e avevano trascorso alcune ore in vari locali del lago di Garda. Il controllo da parte della Polizia è scattato al casello autostradale di Desenzano quando gli agenti hanno anche chiesto al 40enne di mostrare la patente. E così hanno accertato la sua situazione.

Sul sedile posteriore, invece, c’era il proprietario del veicolo ma non in condizioni di guidare. Subito dopo i rilievi di rito, il conducente è stato denunciato per guida senza patente, guida in stato di ebbrezza e sotto l’effetto di stupefacenti. Ma non è l’unico risultato ottenuto dalle forze dell’ordine che hanno fermato altri dieci automobilisti che avevano bevuto troppo prima di mettersi al volante. Il bilancio finale parla di 70 persone controllate al posto di blocco.

Comments

comments