(red.) Nelle ore intorno a giovedì 20 giugno le Fiamme Gialle della Guardia di Finanza di Brescia hanno arrestato in un bar di Rodengo Saiano, in provincia, un italiano per detenzione e spaccio di cocaina e hashish. L’attività, coordinata dalla procura, fa parte delle misure per la prevenzione e repressione del traffico e spaccio di sostanze stupefacenti in città e provincia. I militari hanno controllato un 64enne che vendeva droga in un locale e dove in effetti c’era un sospetto continuo via vai di tossicodipendenti. E tra loro anche un ragazzo che, alla vista delle forze dell’ordine, ha gettato a terra un pacchetto, poi recuperato, contenente una dose di cocaina.

I militari hanno poi perquisito il bar e l’abitazione del 64enne, già condannato nel 2010 per lo stesso reato, trovando 17 grammi di cocaina in dodici dosi confezionate e nascoste nel ripostiglio del bar, altri 20 grammi di hashish in dosi in un mobile nel salone dell’abitazione e 2.300 euro in contanti di piccolo taglio. L’italiano è stato quindi arrestato in flagrante, facendo scattare anche il sequestro della cocaina, dell’hashish e dei soldi rinvenuti. Dalla Finanza fanno anche sapere che dall’inizio del 2019 nel campo della droga hanno eseguito sedici interventi con l’arresto di quattro persone, la denuncia di un’altra e la segnalazione di altri dieci. Ma anche il sequestro di 150 grammi di cocaina, 42 grammi di hashish, 21 grammi di marijuana e 1 grammo di eroina.

Comments

comments