(red.) All’alba di lunedì scorso 8 luglio è scoppiata una lite, l’ennesima, tra padre e figlio all’interno di un’abitazione a Cologne, nel bresciano. Un episodio che è poi perfino finito in tribunale per il processo per direttissima. E nei guai c’è un 48enne che è stato arrestato per lesioni aggravate verso il padre. Sembra che lunedì mattina il padre 70enne sia entrato nella stanza del figlio e lo abbia svegliato urlandogli contro perché avrebbe manomesso il contatore dell’energia elettrica che lo stesso capofamiglia aveva bloccato.

A quel punto il 48enne ha scatenato la sua furia tra pugni, mani al collo e minacce contro l’anziano genitore e tanto da chiedere l’intervento dei carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della compagnia di Chiari. La vittima dell’aggressione è stata trasferita in pronto soccorso incassando una prognosi di 22 giorni e il figlio era stato portato in caserma per l’ennesimo episodio di un’escalation che andava avanti da un paio di anni. Nelle ore precedenti a mercoledì 10 luglio nel rito per direttissima al tribunale di Brescia è stato convalidato l’arresto e il giudice ha stabilito anche l’allontanamento dalla casa di famiglia.

Comments

comments