(red.) Pretendeva di avere del vino gratis all’interno di un negozio specializzato. Ed è arrivato al punto di accoltellare un commesso per poi darsi alla fuga. E’ la sintesi di quanto accaduto martedì pomeriggio 9 luglio intorno alle 16 a “Pezzucchi Vini” di Rovato, nel bresciano, nel momento in cui è entrato un cittadino marocchino di 30 anni. Questo ha chiesto al titolare di poter avere del vino senza pagarlo e quando si è sentito il rifiuto dal datore, ha alzato la voce e anche estratto un taglierino con il quale ha minacciato il negoziante e un commesso.

Subito dopo i toni si sono fatti ancora più concitati, tanto che il nordafricano ha sferrato due fendenti al petto del dipendente per poi darsi alla fuga. Nel frattempo il titolare aveva allertato gli agenti della Polizia Locale ai quali ha fornito tutti gli elementi per identificarlo e raggiungerlo. Il giovane dipendente, intanto, era stato medicato e condotto all’ospedale Mellini di Chiari in codice verde e incassando una prognosi di 25 giorni.

Dall’altra parte la municipale ha iniziato a seguire le tracce dell’aggressore, poi individuato nell’arco di mezzora mentre cercava di nascondersi nella frazione di Sant’Andrea. E’ stato quindi arrestato e portato nel carcere di Canton Mombello a Brescia. E’ risultato essere clandestino e ora è accusato di lesioni aggravate. Ieri mattina, mercoledì 10, nel giudizio per direttissima l’africano si è visto convalidare l’arresto a 10 mesi di reclusione e dopo aver scontato la pena verrà espulso.

Comments

comments