(red.) E’ stato un continuo mesto pellegrinaggio quello di ieri, giovedì 11 luglio, verso l’obitorio dell’ospedale Civile di Brescia dove è stata allestita la camera ardente di Jenniffer Rodrigues Loda. Si tratta della barista 22enne brasiliana che lunedì mattina 8 luglio era stata investita da un’auto in via Agostino Gallo, in città, per poi morire il giorno successivo al Civile a causa delle condizioni parse subito gravissime. In lutto ci sono i suoi genitori, la comunità di Castrezzato dove la ragazza aveva abitato per tanti anni prima di trasferirsi per una sola notte – quella prima della tragedia – in via Trieste e anche il bar Arnold’s di piazza Arnaldo per il quale lavorava.

Sempre nella giornata di ieri è stata effettuata anche l’autopsia e in seguito la procura di Brescia ha dato il nulla osta al funerale. Oggi, venerdì 12, la salma della ragazza sarà riportata a Castrezzato, nella casa di via Matteotti. Domenica 14 alle 20 sarà celebrata una veglia e l’ultimo saluto lunedì 15 luglio alle 10 nella parrocchiale. Nel frattempo, procede il lavoro della magistratura che sull’incidente ha aperto un’inchiesta per omicidio stradale e indagando, come atto dovuto, la conducente 60enne che l’aveva colpita.

Comments

comments