(red.) Si è conclusa domenica 14 luglio la quindicesima edizione del palio medievale di San Martino a Borno, organizzato dall’associazione “6 Contrade” e dalla “Confraternita del Cervo” in collaborazione con le varie associazioni del paese.
Quest’anno si è disputato pure il quinto ed ultimo anno di lizze del “palio delli Borghi armati”, al quale hanno partecipato comuni della media Valle Camonica: Bienno (Bien), Borno (Buren), Breno (Bré), Cividate (Hiidà), Niardo (Gnart), Malegno (Malegn), Ossimo (Osem) , e Prestine (Presten) e Lozio (Loh). Si è aggiudicato il I palio delli Borghi Armati il borgo di Osem, superando il borgo del Buren, in testa all’inizio della manifestazione.

 

La vittoria del quindicesimo palio di San Martino è andata invece alla contrada della Dasa, che con un punteggio record di 105 punti si aggiudica il suo terzo trofeo superando di 23 punti la contrada di Nfont a Buren. A seguire la Ciasa, Ensima a Buren, Quadela e Paline.

Grande successo di pubblico e grande sportività in questa edizione del palio di S. Martino, un appuntamento imprescindibile per la quasi totalità dei bornesi e dei numerosi turisti che frequentano l’altopiano.

Il palio di San Martino vuol essere una ricostruzione storica dei giochi e delle atmosfere dei secoli 12° e 13°,  con giochi di quei tempi, quali la “pallacorda”, la “corsa del formaggio”,  il “tir del borel”,  il “trabucco” ed altri ancora, che coinvolgono più di 250 “campioni” grandi e piccoli di tutto il paese.

L’appuntamento è per l’anno prossimo, sempre alla metà di luglio, per una nuova e se possibile ancor più ricca e partecipata edizione.

Comments

comments