(red.) Da giovedì 1 agosto cambia la mobilità e sarà all’insegna della sostenibilità per chi intende muoversi sulla sponda bresciana e veronese del lago di Garda. Si tratta del progetto pubblico E-Way per il servizio di sharing delle auto con Garda Uno. Sono Renault Zoe che turisti, lavoratori e studenti potranno usare per i loro spostamenti. L’iniziativa ha visto un contributo di 498 mila euro dal Ministero dell’Ambiente e altri 332 mila da Garda Uno per quattro stazioni alimentate da energia prodotta da fonti rinnovabili e piazzate a Desenzano, Padenghe, Salò e Peschiera.

Ogni slot avrà a disposizione due auto e non ci sarà alcun bisogno di presentarsi negli uffici. E’ sufficiente usare l’applicazione Glide per prenotare il veicolo, aprirlo e viaggiare. Quindi, la riconsegna. I mezzi hanno un’autonomia di 300 chilometri e si possono fare le ricariche gratuite alle colonnine di alimentazione di Garda Uno. Informazioni su www.gardauno.it.

Comments

comments