Foto da Bresciaoggi

(red.) Si trovano ricoverati in gravi condizioni l’uno al Centro Grandi Ustionati di Niguarda, a Milano e l’altro all’ospedale Civile di Brescia a causa delle ustioni riportate i due operai rimasti vittime ieri mattina, venerdì 9 agosto, a Caionvico, a Brescia. Sono state le forze dell’ordine e i vigili del fuoco a ricostruire quanto accaduto pochi minuti prima delle 9 in via Sant’Orsola. I due addetti, un 33enne italiano nato in Albania e titolare dell’azienda idraulica e un dipendente 29enne di Chiari, stavano lavorando all’esterno di una palazzina. Infatti, dovevano sostituire il contatore del gas di un appartamento in ristrutturazione per piazzare uno nuovo all’esterno. Un lavoro di routine, insomma. Così, come sempre, hanno anche chiuso il rubinetto generale per lavorare in sicurezza.

Tuttavia, nel momento in cui stavano usando un flessibile per tagliare il tubo e inserire il contatore, è probabile che nella conduttura fosse rimasto del gas. E a contatto con una scintilla ha provocato una fiammata. Questo sarebbe accaduto in base a quanto raccolto dagli agenti della Polizia di Stato, dei vigili del fuoco e dell’Ats di Brescia che hanno raggiunto il posto subito dopo aver ricevuto una richiesta di aiuto. I due lavoratori, a causa della fiammata, sembravano due torce umane con vestiti in preda al fuoco e urla strazianti. Sul posto sono giunte anche le ambulanze, con il bresciano di 29 anni, meno grave, condotto al Civile.

Il suo datore di lavoro, invece, è stato portato in elicottero proveniente da Bergamo verso il Niguarda. Infatti, aveva vaste ustioni al volto, al torace e alle gambe. Nel frattempo sul posto sono rimasti i vigili del fuoco per mettere in sicurezza la palazzina e consentire poi il rientro ai residenti intorno alle 11 dopo che questi erano usciti dalle loro case per il forte odore di gas. L’intera scena si è presentata in tutta la sua drammaticità alla titolare di un centro estetico presente sul posto e che, al momento di aprire la finestra, ha rivelato di aver sentito le urla. Subito dopo la 24enne è uscita dal negozio assistendo ai due operai in preda alle fiamme e attivando i soccorsi.

Comments

comments