Foto da Bresciaoggi

(red.) Ieri mattina, venerdì 9 agosto, un vasto schieramento tra vigili del fuoco, carabinieri e Polizia Locale ha raggiunto Gambara, nella bassa bresciana, dopo il divampare di un incendio. E’ successo intorno alle 9,30 nel momento in cui era evidente una colonna di fumo nero che proveniva dalla cascina “Osteria vecchia”, lungo la strada che porta verso Remedello, nella frazione di Corvione. Sul posto sono giunti gli operatori antincendio da Brescia e Castiglione delle Stiviere, insieme alla municipale, i militari e anche i tecnici dell’ufficio comunale. Il rogo ha interessato il portico della cascina di proprietà di una famiglia e affittata ad alcuni agricoltori che usano un trattore e altri carri.

Proprio questi mezzi, ora distrutti, si trovavano sotto la tettoia. E per fortuna alcuni depositi di fieno erano dalla parte opposta, altrimenti si sarebbe rischiato un guaio peggiore. I vigili del fuoco, constatato che dei mezzi erano rimaste solo le carcasse, hanno messo in sicurezza il portico e anche avviato la ricerca delle cause del rogo. Esclusa l’autocombustione, si pensa a un corto circuito che potrebbe essere partito dal trattore innescando le fiamme e poi interessando anche gli attrezzi accanto.

Ci sono volute alcune ore prima di domare l’incendio, mentre ora a preoccupare è il muro portante della cascina e presente proprio lungo la via che conduce a Remedello. Per questo motivo il Comune di Gambara ha emesso un’ordinanza per vietare la circolazione in quel tratto. Una misura necessaria in vista dei giorni successivi a sabato 10 agosto quando il Comune e i proprietari della cascina si troveranno per stabilire se ci siano problemi di stabilità e quindi disporre l’abbattimento, o lasciare tutto com’è.

Comments

comments