(red.) Contrasto serrato al crimine diffuso da parte della Questura di Brescia come disposto dal Questore Leopoldo Laricchia, e attuata da tutte le articolazioni presenti in Questura; controlli e indagini a tutto campo, anche in sinergia con le altre Forze dell’Ordine, in relazione alle criticità attinenti alle aree esterne e limitrofe della stazione ferroviaria, ai parchi cittadini ed ai locali commerciali interessati dalla presenza di persone senza fissa dimora, di soggetti dediti allo spaccio di sostanze stupefacenti nonché di persone straniere irregolari sul territorio nazionale e che arrecano turbativa all’ordine e alla sicurezza pubblica.
Nel corso della settimana di Ferragosto, spiega una nota stampa, sono stati attuati quotidiani e mirati servizi straordinari di controllo del territorio a cui hanno partecipato equipaggi appartenenti alle diverse articolazioni della Questura di Brescia, Finanza e della Polizia Locale.
Durante i servizi, sono state identificate numerose persone, di cui 9 con precedenti di Polizia, indagate 2 persone per spaccio di sostanze stupefacenti e controllati 3 esercizi commerciali.
Inoltre, gli espulsi di questa settimana sono 2, entrambi con il trattenimento presso il C.P.R. di Bari.

10.08.2019. A. B. nato nel 1984 in Tunisia, sedicente, fermato durante un normale controllo dalla Stazione Carabinieri di Chiari. Soggetto già destinatario di innumerevoli Decreti di espulsione ai quali non ha mia adempito permanendo sul TN in stato di totale clandestinità. Adempiuti gli adempimenti burocratici il soggetto è stato colpito da nuovo provvedimento di espulsione con trattenimento presso il CPR di Bari.

16.08.2019. W. F. nato nel 1994 in Tunisia, sedicente, rintracciato da personale del Nucleo Operativo Radiomobile di Chiari. Soggetto privo di precedenti penali. Ha fatto ingresso in Italia 03.02.2018 dalle coste siciliane. Associato al CPR di Bari.

Comments

comments