(red.) Folgorato in un cantiere edile a Castiglione delle Stiviere, in provincia di Mantova. Nella giornata di mercoledì 21 agosto, un 51enne di Rudiano, nella Bassa Bresciana, ha perso la vita a causa di una scossa elettrica da 15 mila volt. Si chiamava Angelo Baresi, era sposato e aveva due figli

Secondo una prima testimonianza raccolta dai carabinieri del paese, accorsi sul posto insieme ai soccorsi sanitari e ai vigili del fuoco, l’uomo stava facendo una gettata di calcestruzzo sul soffitto di un garage. A un tratto, il grosso tubo di metallo utilizzato per aspirare il materiale da una betoniera ha toccato un cavo elettrico da 15 mila volt che ha trasmesso una scossa all’operaio. 
Angelo Baresi, dopo la chiamata ai soccorsi, è stato rianimato a lungo e trasferito con l’elisoccorso all’ospedale Civile di Brescia. Purtroppo però, ha cessato di vivere poco dopo l’arrivo nel nosocomio.

Comments

comments