(red.) Lo scorso 5 luglio ha rapinato il Dpiù di Gussago minacciando la cassiera con un coltello. Il bottino è stato di 250 euro, subito polverizzati in una sala slot della zona raggiunta con la bicicletta utilizzata per fuggire dal posteggio del supermercato. Dopo un mese di indagini i carabinieri lo hanno preso e arrestato (è ai domicliari). Si tratta di un 35enne residente in paese denunciato per rapina aggravata e furto, incensurato, che secondo gli inquirenti avrebbe fatto il colpo per pagarsi alcuni vizietti. 

L’uomo è stato identificato grazie alla testimonianza di un gruppo di persone presenti nel market e al sistema di videosorveglianza, che lo ha ritratto con il volto semi camuffato mentre intasca il contante dalla hostess di cassa. Subito dopo il colpo, come testimoniano altre immagini prese, questa volta, dalle telecamere di un bar con una sala slot, il 35enne ha giocato quasi tutto il bottino alle macchinette, dilapidando in pochi minuti quasi tutto il denaro. Poi, con l’ultimo denaro rimasto, ha chiamato un taxi che lo ha portato a Brescia. 
Le indagini a carico del 35enne non sono ancora chiuse. Secondo i militari, infatti, l’uomo potrebbe essere il responsabile di una serie di piccoli furti compiuti nella zona. 

 

Comments

comments