(red.) Quella di ieri, lunedì 2 settembre, è stata una giornata importante per il Brescia calcio da diversi punti di vista. In primis, per il calciomercato che si è concluso alle 22 e ha visto le rondinelle ingaggiare due giocatori come Romulo e Alessandro Matri. Poi lo stadio Rigamonti, visto che da una riunione con il prefetto Attilio Visconti è emerso che il Brescia potrà tranquillamente disputare la prima giornata casalinga, domenica 15 settembre e dopo la sosta per le nazionali, nel suo impianto rinnovato. Infine, come ciliegina sulla torta, la convocazione del centrocampista Sandro Tonali nella nazionale maggiore di calcio che affronterà due partite di qualificazione agli Europei 2020.

Partendo dal “nuovo” Rigamonti, proprio ieri il presidente del Brescia Massimo Cellino si è detto ottimista dopo aver partecipato a un incontro con le istituzioni e la prefettura. Insieme al rappresentante Attilio Visconti e al questore Leopoldo Laricchia è emerso che ci sono ancora alcuni dettagli da sistemare, ma in breve tempo saranno risolti prima che la commissione di vigilanza sui luoghi di pubblico spettacolo possa dare il via libera definitivo. Tuttavia, il patron non ha mancato di togliersi qualche sassolino dalle scarpe sottolineando come una semplice pulizia sia diventata un lavoro molto più oneroso, proprio per come l’impianto era stato trascurato nel corso degli anni. E per il futuro chiede più collaborazione e aiuto nel momento in cui saranno necessari nuovi interventi sullo stadio. Sono stati 40 giorni di cantieri, insieme all’acquisto di telecamere “ad personam” e con una sala Gos dedicata.

E’ stata completata anche la separazione tra i tifosi del Brescia e quelli ospiti nella curva sud e ora, dopo gli ultimi ritocchi, si aspetta solo il via libera per disputare il primo match stagionale in casa contro il Bologna. L’altro fronte riguarda il mercato dei calciatori, con l’ultimo giorno ieri all’hotel Sheraton di Milano. E alla fine la società ha piazzato altri due colpi portando Alessandro Matri e Romulo alla corte di Eugenio Corini. Si aggiungono ad Ayé, Joronen, Chancellor, Zmrhal, Magnani e Balotelli, mentre alla voce “uscite” non è stato piazzato nessuno.

Quindi, mister Corini potrà contare su una rosa di ventotto giocatori. Nei dettagli degli ultimi trasferimenti, Romulo arriva in prestito dal Genoa e potrà permettere di variare il modulo tattico. Dal Sassuolo, invece, arriva Matri, già nazionale cresciuto nel Milan e che ha giocato anche nel Lumezzane con Balotelli ancora giovanissimo. Infine, il centrocampista gioiellino Sandro Tonali, ambito da tutti al mercato, ma bloccato da Cellino, ha ricevuto da Roberto Mancini la convocazione nella nazionale A per gli impegni contro Armenia e Finlandia e per sostituire l’infortunato Cristante.

Comments

comments