(red.) Nel colpo messo a segno nella notte tra domenica 8 e ieri, lunedì 9 settembre, al postamat di via Roma a Bagnolo Mella, nel bresciano, sono stati rubati circa 25 mila euro. E’ questa la somma che gli addetti hanno contato rispetto ai 50 mila che erano stati versati all’inizio del fine settimana. La sensazione è che a operare sia stata una banda di professionisti e forse la stessa che si era mossa, fallendo, tra Colombare di Sirmione e Orzinuovi. Dopo non essere riusciti nel secondo colpo, però, venerdì 6 scorso i malviventi avevano raggiunto la vicina Soncino facendo scoppiare il punto di prelievo dell’ufficio postale e portando via circa 20 mila euro.

E lo stesso tentativo è andato a segno anche a Bagnolo Mella, indicando come la banda stia prendendo d’assalto soprattutto gli uffici postali e non i bancomat delle banche. Nel raid di domenica notte una telecamera di videosorveglianza che indicava pochi minuti prima delle 2 ha immortalato tre soggetti con il volto coperto e guanti di lattice alle mani per non lasciare impronte. Hanno poi piazzato una marmotta esplosiva nel bocchettone che dispensa banconote e il botto è stato calibrato per estrarre il denaro.

Quindi, si sono dati alla fuga con il bottino. Ieri, di fronte all’episodio, l’ufficio è rimasto chiuso e sono stati allertati i carabinieri della compagnia di Verolanuova che indagano. Si stanno analizzando anche le immagini riprese dalle telecamere poste ai confini del paese per riconoscere qualche auto che potrebbe aver colpito a Sirmione, Soncino e Orzinuovi e al momento si parla di una station wagon grigia.

Comments

comments