Foto di archivio

(red.) Il Chiese nella bassa bresciana è sempre di più un fiume moribondo e lo confermano anche gli ultimi episodi di inquinamento e sversamento nei giorni e settimane precedenti a sabato 21 settembre. Uno di questi fenomeni si era presentato a Rampina San Giorgio a Montichiari dove si segnala una sostanza marrone e dal pessimo odore che fa la sua presenza da un paio di settimane, come ne scrive Bresciaoggi.

Peccato che le guardie ecologiche volontarie, in polemica con il nuovo regolamento che riduce i loro poteri, abbiano deciso di autosospendersi. Così a Rampina il fenomeno è continuato. A questo si aggiunge quanto avvenuto giovedì mattina 19 settembre al ponte di Borgosotto, sempre a Montichiari, per una macchia gialla sulla superficie. Proprio le guardie ecologiche erano riuscite, in pressing, a evitare altri episodi simili, ma ora con la loro assenza, questi episodi di sversamenti sono ripresi.

Comments

comments