(red.) HAPPY CASA BRINDISI-GERMANI BASKET BRESCIA 88-78 (20-18, 49-39, 70-62)
Happy Casa Brindisi: Banks 31 (1/3, 5/7), Brown 15 (7/14), Martin 4 (2/2), Zanelli 2 (0/1 da tre), Iannuzzi, Marzo ne, Gaspardo 14 (0/2 da tre), Campogrande (0/1 da tre), Thompson 18 (4/7, 3/4), Cattapan ne, Stone 15 (3/5, 3/8), Ikangi 3 (1/3 da tre). All: Vitucci
Germani Basket Brescia: Zerini 5 (1/2, 1/1), Warner (0/1, 0/1), Abass 15 (0/2, 4/7), Cain 15 (4/6), Vitali 6 (2/5, 0/2), Laquintana 11 (4/6), Lansdowne 6 (3/6, 0/3), Naoni ne, Guariglia ne, Horton 14 (3/8, 2/3), Moss 2 (1/1, 0/2), Sacchetti 6 (2/3 da tre). All: Esposito
Arbitri: Rossi, Borgioni e Noce
Note: Tiri da 2: Brindisi 17/31 (55%), Brescia 18/347 (49%) | Tiri da 3: Brindisi 12/26 (46%), Brescia 9/22 (41%) | Tiri liberi: Brindisi 18/21 (86%), Brescia 15/19 (79%) | Rimbalzi: Brindisi 28 (19 RD, 9 RO), Brescia 28 (18 RD, 10 RO)

 

Prima sconfitta stagionale per la Germani Basket Brescia, che paga dazio alla grande energia dell’Happy Casa Brindisi, capace di conquistare i due punti in palio con il punteggio di 88-78. Gara dai due volti, quella della Leonessa: spenta e distratta nel primo tempo, più convinta e quadrata nella ripresa, al temine della quale però non riesce ad agganciare e superare gli avversari, che alla fine dei giochi conquistano la vittoria con merito.
Tra i meriti dell’Happy Casa negli ultimi anni c’è la peculiarità di azzeccare quasi sempre gli stranieri del proprio roster. Un particolare che sembra ripetersi anche in questa stagione, visto che 83 degli 88 punti realizzati dalla squadra pugliese portano la firma degli americani, peraltro tutti schierati nel quintetto di partenza.

Spinta da un Banks che a un certo punto sembrava sull’orlo dell’onnipotenza cestistica (31 punti finali, di cui 20 nel primo tempo), Brindisi ha messo a nudo le pecche odierne della Leonessa, forse un po’ stanca, sicuramente poco concentrata nei primi due quarti di gioco. Lo testimoniano i 49 punti realizzati dai padroni di casa nei primi 20′, una marea biancoceleste alla quale Brescia non è stata capace di opporsi, se non in parte.

Dopo essersi chiarita le idee nell’intervallo, Brescia torna in campo con la voglia di colmare il gap con gli avversari. Canestro dopo canestro, difesa dopo difesa, la Leonessa riesce a tornare a -3, dando l’impressione di poter riaprire la gara. La Germani, però, non fa i conti con Stone, che piazza tre triple consecutive e permette alla squadra di Vitucci di riprendere il controllo della gara e di mettere le mani sul successo finale, il secondo in campionato per l’Happy Casa.

Per Brescia, invece, è tempo di fare i conti con la prima sconfitta stagionale, al termine di una gara di cui la squadra di coach Esposito dovrà fare tesoro in vista degli impegni futuri. Il prossimo, del resto, è già alle porte: martedì sera si torna a giocare in EuroCup, sul difficile campo della Joventut Badalona. 

“Complimenti a Brindisi, che ha giocato una partita gagliarda per 40′, meritando di vincerla – il pensiero a fine partita di coach Vincenzo Esposito -. Da parte nostra, non c’è da fare tragedie: dobbiamo semplicemente imparare come vanno giocate alcune partite fuori casa, comprendere come funzionano alcuni particolari e adattarci al torneo in cui giochiamo, poiché campionato ed EuroCup sono due competizioni molto diverse”.

“Dobbiamo capire i vari momenti della gara, abbiamo alcune cose da sistemare, ma è naturale per una squadra che è al completo da poco – conclude Esposito -. Le sconfitte devono servire per capire e sistemare delle cose, siamo fortunati perché martedì torniamo subito in campo e già a Badalona possiamo realizzare alcuni degli aggiustamenti che dobbiamo fare”.

Comments

comments