(red.) Lunedì scorso 30 settembre un malvivente ha cercato di mettere mano sul denaro che una coppia, uomo e donna, potevano aver vinto giocando alle slot machine in una sala di Desenzano del Garda, nel bresciano. Per questo motivo, a fine serata, il pregiudicato marocchino senza fissa dimora con un cappuccio della felpa sul volto e armato di cesoie da giardinaggio ha minacciato i due all’uscita dal locale. Tuttavia per lui il colpo è andato male, visto che la coppia non aveva vinto nulla alle macchinette. Ma si è comunque fatto dare la borsetta dalla donna prima di fuggire.

E nel frattempo i due avevano denunciato l’episodio ai carabinieri. Ma la vicenda non era finita lì. Lo stesso malvivente, infatti, dopo aver visto i documenti della proprietaria della borsetta ha raggiunto la coppia nella loro abitazione e li ha ricattati. Chiedeva 50 euro per restituire gli effetti personali, ma non ha ricevuto nulla. E subito dopo si è trovato sulla sua strada i militari che lo hanno arrestato dopo aver analizzato le immagini riprese dalle telecamere di videosorveglianza della zona. Tra l’altro il nordafricano non aveva rispettato due decreti di espulsione.

Comments

comments