(red.) Nel fine settimana tra sabato 5 e domenica 6 ottobre i carabinieri bresciani della stazione di Limone del Garda sono stati impegnati nei consueti controlli sul territorio e non sono mancati i risultati. Tanto da portare a cinque denunciati e due arrestati. A proposito dei cinque, si tratta di soggetti rom che alcuni commercianti avevano segnalato alle forze dell’ordine dopo aver ricevuto delle richieste particolari. Cioé quelle di dare loro del denaro destinato a opere di beneficenza. Ma nel momento in cui chiedevano loro dettagli, i cinque divagavano e non sapevano rispondere in modo preciso.

Tutti senza fissa dimora, davano fastidio con quelle richieste anche ai residenti e ai turisti. E sono stati tutti denunciati. Altri due rom, invece, sono finiti in manette dopo aver tentato di fuggire su una Bmw e dopo aver rubato il portafogli a una turista tedesca. I militari, subito allertati di quell’episodio, avevano allestito dei posti di blocco agli ingressi al paese e si sono imbattuti nei due. Questi avevano già colpito in altri luoghi turistici italiani e avevano diversi precedenti. Ieri, lunedì 7 ottobre, sono finiti in tribunale per il rito direttissimo e sono stati rimessi in libertà dopo la convalida dell’arresto.

Comments

comments