(red.) E’ finita bene per la vittima e male per chi l’aveva colpita. Lo scorso mercoledì 2 ottobre due giovani di 22 e 26 anni, il primo di origine brasiliana e il secondo marocchino entrambi residenti a Lonato del Garda, avevano rapinato una 50enne a Moniga, nel bresciano. La signora stava aspettando l’autobus alla fermata quando si era vista avvicinare un’auto sulla quale il più giovane aveva abbassato il finestrino. E con la scusa di chiederle un’informazione stradale le aveva preso con destrezza la borsetta per poi fuggire in velocità.

La vittima, scioccata per l’accaduto, aveva chiesto aiuto e in suo soccorso c’era un testimone che aveva annotato la targa della vettura e anche il modello. Auto che tra l’altro era di proprietà di uno dei due giovani. Quindi, nel momento in cui il titolare è stato convocato in caserma dai carabinieri di Manerba, si è presentato insieme al complice e hanno ammesso il colpo venendo denunciati entrambi per furto con destrezza. In più, per il 22enne non era la prima volta di episodi del genere. I militari sono anche riusciti a recuperare la borsetta e a consegnarla alla donna.

Comments

comments