(red.) Cresce l’attesa per la Limone Extreme, la Skyrace già sette volte finale di Migu Run Skyrunner® World Series in programma a Limone sul Garda venerdì 18 e sabato 19 ottobre 2019, considerata nel mondo delle skyrace come “top event” imperdibile, tanto per il parterre d’eccezione quanto per l’altissimo livello tecnico. Un totale di 1.200 iscrizioni provenienti da ben 40 nazioni per le quattro competizioni in programma lungo il weekend: un Vertical e tre skyrunning: 10K, Limone Skyrunning Extreme e la finale Migu Run Skyrunner® World Series dedicata ai soli atleti Skymasters.

Dynafit presente con il suo team di campioni: Oriol Cardona tra i favoriti
Riferimento storico negli sport endurance di montagna, Dynafit sarà presente alla Limone Extreme non solo nel ruolo di main sponsor, ma si prepara anche a schierare sulla linea di partenza gli atleti élite della sua scuderia, a cominciare dal leader del circuito Migu Run Skyrunner® World Series, il campione spagnolo Oriol Cardona che parteciperà a Vertical e Skyrace, così come il connazionale Marc Pinsach e l’italiano Simone Eydallin. Lo sloveno Luka Kovacic, terzo qui lo scorso anno, invece, gareggerà nel Vertical, mentre l’azzurro Andrea Prandi farà la Skyrace.
La svedese Johanna Åström non riuscirà a essere ai nastri di partenza della finale Migu Run Skyrunner® World Series a causa di un infortunio. 
In gara anche i Dynafit Trail Heroes: puri ambassador, motivati e allenati, selezionati dall’azienda e che hanno scelto di raccogliere una sfida al grido di #speedup.

 
 
 

Un programma pieno di novità
Tra le novità di questa edizione 2019 una riguarda il Vertical (de La Mughéra) del venerdì – 1.080 metri di dislivello a picco sul Lago di Garda per quello che si preannuncia come uno dei Vertical tra i più tecnici e spettacolari dell’arco alpino. La gara andrà infatti in scena nel tardo pomeriggio (partenza alle ore 17) e avvolgerà i concorrenti nel magnifico scenario tra cielo e lago alla luce del tramonto. Sabato mattina sarà la volta della Limone Skyrunning Extreme di 22,21 chilometri seguita dalla 10K dedicata ai più giovani e ai neofiti della specialità. Una modifica al tracciato – altra novità introdotta quest’anno – eviterà ai concorrenti della Skyrace la risalita sul Vertical della Mughéra, rendendo un po’ meno estrema la prova e permettendo a tutti gli atleti di rientrare in paese in tempo per gustarsi la finale del pomeriggio. Finale a cui, da quest’anno, accedono solo gli atleti che nel corso dell’estate sono riusciti a qualificarsi in base al regolamento della Migu Run Skyrunner® World Series, e che potrebbe offrire diversi colpi di scena per quanto riguarda la vittoria finale. La prova Skymasters partirà alle ore 13.30 e avrà uno sviluppo di 27,2 chilometri con 2.663 metri di dislivello.

Per informazioni: www.dynafit.com

Comments

comments