(red.) Dalle ore precedenti a venerdì 18 ottobre gli agenti della Polizia di Stato di Brescia stanno indagando su una lite avvenuta nei pressi del parco Zarz in via Altipiano d’Asiago, in città. E a fare ancora più paura il fatto che alcuni testimoni che hanno ripreso la scena con i loro cellulari hanno immortalato un componente dello scontro che brandiva una specie di machete. Strumento che l’individuo aveva usato contro lo sportellone di un furgone prima che le due persone a bordo riuscissero a fuggire. Subito è scattato l’allarme al 112 facendo arrivare sul posto le forze dell’ordine e anche i soccorsi.

Alcune Volanti della Polizia si sono occupate di sentire le testimonianze di indiani e pakistani che sarebbero rimasti coinvolti nella lite e tutti portati in questura per essere sentiti. Nel frattempo un altro individuo si era presentato al pronto soccorso di un ospedale dopo aver riportato ferite di arma da taglio e non sarebbe in gravi condizioni. Nei dintorni del parco, invece, un’ambulanza ha assistito un’altra persona che potrebbe essere stata la vittima della spedizione punitiva e che ha fatto scattare la lite. Le forze dell’ordine stanno indagando su ogni elemento.

Comments

comments