(red.) Nelle ore precedenti a sabato 19 ottobre due giovani sono stati condannati a 4 anni e due mesi di reclusione dal tribunale di Brescia dopo quanto avevano commesso lo scorso 15 febbraio e nonostante un bottino misero. Era successo a un bar di Toscolano Maderno quando, all’alba, uno dei due malviventi – l’altro faceva da palo – è entrato nel locale raggiungendo un cliente che stava andando al bagno. A quel punto gli ha intimato di consegnarli quanto aveva e lo ha anche minacciato con un coltello. Ma si era fatto dare solo 45 euro. Subito dopo hanno cercato di agire anche con gli altri clienti, di cui alcuni erano già usciti evitando problemi.

Tuttavia, anche loro erano stati derubati di qualche spicciolo, un cellulare e carte di credito. Fino a essere costretti a salire in auto con i malviventi e davanti a nuove minacce. Capendo di non ottenere più nulla, avevano lasciato andare le vittime e avevano raggiunto una vecchia casa abbandonata in paese. Qui erano stati arrestati in flagranza. Sono un 27enne che resta detenuto in carcere e un 26enne ai domiciliari accusati di rapina e sequestro di persona. Il misero bottino era stato restituito alle vittime e i due a distanza di mesi sono stati condannati.

Comments

comments