(red.) Il Nucleo dei Carabinieri dell’Ispettorato del Lavoro di Brescia con le varie stazioni del comando provinciale hanno condotto 25 ispezioni tra settembre e ottobre verso esercizi pubblici, aziende manifatturiere e operanti nel settore tessile e agricolo. I controlli hanno anche interessato alberghi, bar, sale giochi, pizzerie e ristoranti, aziende agricole e officine meccaniche alla ricerca di eventuale personale in “nero”. In effetti, sono stati analizzati 66 lavoratori e di cui 25 erano irregolari.

Quindi, dieci datori di lavoro sono stati denunciati alla procura di Brescia per la sicurezza sui luoghi di lavoro”. Sono arrivate sanzioni penali e amministrative per oltre 150 mila euro e sospese cinque attività. Queste hanno già provveduto a regolarizzare gli addetti stipulando un contratto di lavoro per almeno 3 mesi, pagando i contributi a partire dalla data d’inizio del lavoro accertato e pagando le sanzioni. Così hanno potuto riaprire le loro attività.

Comments

comments