(red.) La scorsa settimana la Squadra Volante della Questura di Brescia, nell’ambito di una più ampia lotta allo spaccio ed al consumo di sostanze stupefacenti e al costante controllo delle zone limitrofe alla stazione ferroviaria ed ai parchi cittadini, ha effettuato diversi interventi. 
Il pomeriggio di mercoledì 30 ottobre, in un servizio di controllo dei parchi cittadini, ha arrestato un soggetto resosi responsabile del reato di resistenza a pubblico ufficiale e danneggiamento aggravato. Durante il controllo di diverse persone presenti nel parco, una di esse, priva di documenti, ha cominciato a dare in escandescenze inveendo nei confronti degli operatori.

Per questo motivo gli agenti, dopo aver cercato invano di calmarlo, hanno dovuto richiedere l’intervento di un’altra volante per trasportare il soggetto in Questura; mentre veniva fatto salire sulla macchina, l’uomo ha continuato a scalciare in modo scomposto e pericoloso, danneggiando la vettura. Dopo gli accertamenti effettuati, i poliziotti hanno verificato che il soggetto aveva a proprio carico un decreto di espulsione emesso il 25 ottobre u.s. dal Prefetto di Brescia e contestuale ordine del Questore ad abbandonare il territorio nazionale. Il giudice ha quindi convalidato l’arresto e stabilito per il soggetto il divieto di dimora a Brescia e provincia, e ha dato il nulla osta all’espulsione.

Inoltre, nella notte tra mercoledì e giovedì, la volante, durante il servizio di perlustrazione cittadina ha notato, nei pressi di via Milano, un uomo che si aggirava con fare sospetto, pertanto, gli operatori, hanno deciso di controllarlo trovandolo in possesso di 7 bustine di cellophane contenenti cocaina e di circa 550 euro suddivisi in banconote di vario taglio. Per il soggetto, giudicato con rito per direttissima in cui è stato convalidato l’arresto, è stato condannato alla misura cautelare dell’Obbligo di Presentazione alla P.G tutti i giorni.

Comments

comments