Foto da Bresciaoggi

(red.) Sarebbe di poco più di 5 mila euro il bottino arraffato da due malviventi nel colpo inferto giovedì notte 10 gennaio ai danni del bancomat della filiale Bcc Agrobresciano nella centrale via Zanardelli a Fiesse, nel bresciano. Il blitz è avvenuto intorno alle 4,30 quando è stato confermato come due banditi, con il volto coperto dal passamontagna, abbiano infilato una marmotta carica di esplosivo all’interno dell’erogatore di banconote e poi fatta saltare in aria. Di certo un incasso non di molte aspettative, considerando che di solito gli addetti caricano i bancomat solo il venerdì pomeriggio in vista del fine settimana.

Dell’episodio se ne stanno occupando i carabinieri della compagnia di Verolanuova che hanno già acquisito le immagini riprese dal circuito di videosorveglianza. Infatti, i due ladri sfruttando il fatto di avere il volto coperto non hanno danneggiato o oscurato le telecamere che quindi hanno ripreso tutta la scena. La sensazione è che poi siano fuggiti a piedi verso un’auto parcheggiata nelle vicinanze, ma lontana dagli “occhi” elettronici, condotta da un loro complice.

La giornata di ieri, venerdì 11, oltre all’avvio delle indagini, è stata dedicata a valutare i danni alla filiale e al bancomat che sarà riparato nell’arco di due settimane. Si tratta del secondo colpo ai danni di un istituto Agrobresciano nella bassa, dopo quello di via Manzoni a Ghedi e che aveva fruttato, di venerdì notte, 35 mila euro. Quello di Fiesse è anche il dodicesimo blitz condotto dallo scorso settembre contro gli sportelli di prelievo.

Comments

comments