Immagine presa da Incampania.com

di Sandra Perini
L’olio essenziale di Limone si ottiene per la spremitura a freddo delle bucce di limone. Un buon olio contiene un’alta percentuale (70%) di limonene, un monoterpene ciclico dalle meravigliose proprietà: è un antimutagenico, protettore del dna, stimola il ricambio cellulare, neutralizza gli acidi gastrici e normalizza la peristalsi. Facilita la lipolisi cioè il processo di degradamento ed eliminazione dei grassi corporei. È un antinausea contro il mal d’auto dato che agisce sulla motilità gastrica.
Valido aiuto in caso di reflusso gastrico: è coleretico e colagogo favorendo la secrezione della bile da parte del fegato e la sua successiva immissione nell’intestino, favorendo così la digestione dei grassi. Roduce l’acidità tissutale.

L’olio essenziale di Limone offre il meglio di sé in diffusione aromatica, è un antibatterico, antivirale e antipiretico. Ottimo in caso di affezioni alle vie respiratorie. E’ in grado di agire sui germi Gram-negativi e Gram-positivi. Previene dal contagio, quindi è ottimo diffuso nell’ambiente in tutto il periodo invernale.
Grazie alla presenza del beta-pinene e del gamma-terpinene agisce positivamente sulla prevenzione dei disturbi cardiovascolari come l’ipertensione e l’iperglicemia, intervenendo sinergicamente sulla fluidificazione del sangue.
Proprio per la presenza dei pineni è un valido aiuto per tutti i lavori che richiedono attenzione e concentrazione. Allontana la stanchezza e rende attivi. Favorisce la visione chiara degli eventi e l’ottimismo perché incorpora l’energia Solare. Molto valido per il trattamento della tristezza e dell’apatia. Consigliato, con l’olio essenziale di arancio, alle persone che sono sempre di cattivo umore e poco reattive. 

Sandra Perini, naturopata, aromaterapeuta e psicoterapeuta, lavora a Brescia. Visita il suo sito e segui le sue conferenze.
La Naturopatia è un insieme di discipline olistiche complementari che si occupano dello stato di salute della persona attraverso una valutazione energetica e funzionale. Essa attiva la forza di autoguarigione insita nella persona e la sua capacità di autoregolazione utilizzando metodiche e rimedi naturali. Opera nell’ambito della prevenzione attraverso la disintossicazione a livello fisico ed emotivo, mentale ed energetico. Non si sostituisce ad un parere medico, anzi, in molti casi, il Naturopata collabora con il medico promuovendo anche il percorso di consapevolezza della persona.


ECCO ALTRI ARTICOLI 

Lacrime di mirra come analgesico e cicatrizzante

Raffreddore, come prevenire starnuti e mal di gola 

Halloween, la zucca sì ma è da mangiare

Autunno, “cambio di stagione” che butta giù

Legionella, i rimedi naturali contro il batterio 

 Pressione alta, le 6 mosse per la prevenzione

Le sette mosse per combattere la canicola estiva

Gonfiore delle gambe? Menta e ippocastano

I cinque rimedi naturali contro le infiammazioni 

L’elisir di lunga vita? Bere due litri di acqua al giorno

Primavera: nove rimedi naturali contro le allergie

Stress e stanchezza? Un aiuto dal Magnesio

Vitamina D: tre motivi per tenerla sotto controllo

Omega 3: Acidi grassi necessari per l’organismo

Un Natale speciale con un mix di oli essenziali

Zenzero: le sei proprietà ‘magiche’ della radice 

Ipertensione? La lavanda ti può dare una mano

Melograno: frutto di stagione con bonus vitaminico

Smog e Pm10: tre ingredienti per difendersi

Aromaterapia contro i malanni dell’autunno

Comments

comments